Archivio: Opportunità

Proposta di tirocinio

Il Tirocinio ha per obiettivo la creazione di materiali interattivi per la didattica integrata ci alcuni argomenti del corso di Zootecnia Generale, Genetica Veterinaria e Biotecnologie Genetiche.

Lo scopo è quello di poter fornire agli studenti del primo anno in medicina veterinaria uno strumento interattivo per l'(auto-)apprendimento e l’auto-valutazione di parti specifiche del Programma del corso, usando la piattaforma di e-learning dell’Ateneo (Moodle).

Al tirocinante sono richieste competenze informatiche, per la creazione dei documenti e la pubblicazione online (HTML, codifica di testi, gestione delle immagini per il web).

È utile la conoscenza (come docente) della piattaforma di e-learning dell’Ateneo (Moodle).

Il tirocinante potrà avvalersi del supporto del docente del corso per le parti disciplinari e del prof. Giuseppe Fiorentino per quello che riguarda l’e-learning e la piattaforma Moodle.

Per informazioni:

roberta.ciampolini@unipi.it

giuseppe.fiorentino@unipi.it

TriennaleMagistrale

Avviso tirocini per laureandi in informatica Umanistica

Il  Centro Interdipartimentale ProSIT (prosit.biologia.unipi.it), creato nel 2017 presso il Dipartimento di Medicina Traslazionale dell’Università di Pisa, e, attualmente, presso il Dipartimento di Biologia, con l’adesione anche dei Dipartimenti di Informatica, di Ingegneria Informatica e di Civiltà e Forme del Sapere, ha lo scopo di sviluppare una sempre maggiore integrazione e favorire il dialogo fra le varie discipline afferenti al Centro e rendere visibili queste competenze.

Con questo scopo, Il Centro ProSIT organizza un Convegno, dal titolo “Le sfide delle tecnologie digitali per la salute del futuro”, che si terrà l’8 luglio presso il polo S. Rossore dell’Università di Pisa.

I temi del convegno saranno focalizzati sulle grandi potenzialità dell’evoluzione digitale in sanità, senza dimenticarne i problemi e le criticità, e saranno articolati in quattro sessioni:

  1. Organizzazione sanitaria, epidemiologia, sorveglianza
  2. Medicina personalizzata, diagnostica e terapia
  3. Bioinformatica, metagenomica, sensoristica
  4. Comunicazione e società

Il convegno sarà destinato ad un pubblico scientifico, e, per stimolare il dialogo e favorire l’integrazione tra le due componenti (bio-medico-umanistica ed informatico-ingegneristica), sia le relazioni, che le moderazioni sono concepite in maniera dialogica, cioè a due voci.

Nell’ambito dell’organizzazione del Convegno è necessario predisporre materiale divulgativo, comprendente logo, messaggi social, pagina sito web ecc. A tale scopo il Centro chiede la disponibilità di tirocinanti, che potranno in tal modo affrontare le tematiche della divulgazione di temi legati alle scienze della vita e della salute che traggono dalle tecnologie digitali la maggior parte dei loro recenti progressi, così come le relative applicazioni in sanità pubblica. I tirocinanti potranno inoltre essere coinvolti in altre attività del centro, quali l’analisi della comunicazione su tematiche sanitarie emergenti.

Triennale

Proposta di tirocinio interno

Il tirocinio consiste nella creazione di una piattaforma web per l’acquisizione di dati sensoriali che permetta di gestire gli eventi di degustazione (vino, olio, ecc.). A ciascun evento corrisponde una scheda-template (per es.: “generico vino bianco”, “passito”, ecc.) che contiene diversi campi quali/quantitativi che ciascun degustatore deve valutare (es.: “colore”, “acidità”, “tannino”).

Per standardizzare i giudizi dei degustatori, ciascun degustatore deve avere un “gustogramma” associato (una procedura che, attraverso soluzioni standard, misura la soglia di percezione per il degustatore nei confronti dell’amaro, del dolce, ecc…  e di alcune sostanze il cui sapore è geneticamente determinato).

Il database associato a tale piattaforma dovrebbe quindi avere tre livelli di utenti:

– amministratori (con poteri assoluti, in particolare quella di creare/modificare il template del profilo “degustatore”, e il template per “evento di degustazione”)

– organizzatori di degustazioni: che possono creare un evento di degustazione. Nel creare l’evento, scelgono con quale template va creato (quindi, la degustazione specifica è un’istanza concreta di un template generico, per es.: “degustazione di Brunello tal dei tali 1998”, sulla base di “template rossi importanti”) e a quali degustatori assegnarlo.

– degustatori, ciascuno col proprio profilo anagrafico e gustativo, quando si collegano devono vedere le schede a loro assegnate e valutare i campi di ciascuna scheda. Una volta che la scheda è compilata, il degustatore la “invia” all’organizzatore e da quel momento il degustatore può visualizzare la scheda ma non più modificarla.

Tramite il database, gli amministratori devono essere in grado di ritrovare le schede di degustazione generate col medesimo template, oppure ritrovare tutte le schede compilate da un determinato degustatore e tutte le operazioni similari, che di solito qualunque database permette di fare (per es. trovare tutte le schede basate sul template “rossi importanti” compilate da degustatori con soglia di percezione dell’amaro molto bassa).

Sia le schede di degustazione che gli ambienti per configurare i template, assegnare le valutazioni, ecc. dovrebbero essere condotte con interfaccia web, facilmente accessibile anche da dispositivi mobili.

Il tirocinio si svolge in collaborazione con il Prof. Roberto Marangoni del dipartimento di Biologia.
Per informazioni contattare la Prof. Barbara Guidi (barbara.guidi@unipi.it)
Triennale